Seguimi su Youtubue
Iscriviti
Se desideri, puoi effettuare un'iscrizione gratuita al forum per entrare nella nostra community.
Ricerca Avanzata
Pubblicità Google AdSense
Answers
Se necessiti di aiuto, clicca il pulsante "Cerco Aiuto" (disponibile anche per i non iscritti).
Ultimi argomenti
» Trasformare un collegamento di un dislay LCD in uno con I2C
Da papat Ieri alle 2:31 pm

» Stray"\226" in programm
Da papat Ieri alle 2:19 pm

» Anteprima esclusiva Platinum Edition Farming Simulator 17:
Da Poderak Mar Ott 10, 2017 8:59 pm

» Anteprima esclusiva Pure Farming 18 - Scenario Giapponese
Da Poderak Mar Ott 10, 2017 8:57 pm

» Timer relè con arduino
Da Poderak Dom Ott 08, 2017 4:07 pm

» Recensione di Saal-Digital.it
Da Poderak Dom Ott 08, 2017 3:59 pm

» PROBLEMA SU LIBRERIE
Da papat Sab Set 30, 2017 7:16 am

» Recensione luci e bussola militare
Da Poderak Mar Set 19, 2017 10:45 pm

» Inserire data, ora RTC ds 3231
Da Poderak Gio Set 14, 2017 10:05 pm

I postatori più attivi del mese
Poderak
 
papat
 
falcio1515
 


Giovanni Verga - Wiki Info

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Giovanni Verga - Wiki Info

Messaggio Da Poderak il Mer Apr 18, 2012 6:51 pm


Giovanni Verga nasce nel 1840, a Catania da una famiglia della piccola nobiltà agraria e di orientamenti liberali. La maggior parte della sua vita la trascorre in Sicilia dove ha partecipato vivamente la vita culturale della sua città. Il suo primo romanzo pubblicato è: i Carbonari della montagna.
Nel 1865 lisca la propria provincia e si trasferisce a Firenze (tempo fa capitale d'Italia), dove scrive i primi romanzi di successo (Una peccatrice e Storia di una capinera).
Si sposta poi a Milano, che in quel periodo è il centro culturale più vivo dell'intera penisola e quello maggiormente aperto alle nuove idee di pensiero. In questa città, l'autore viene in contatto con scrittori più importanti e grazie a questi rapporti si convince di entrare nel netto Verismo.
Nel 1874 compone nella sua prima novella di ambiente siciliano e di ispirazione verista, Nada, la Vita dei campi, Novelle rusticane, i Malavoglia e Mastro don Gesualdo.
Nel 1893 Verga ritorna a vivere definitivamente a Catania dove lavora soprattutto per il teatro, ma si tratta di opere che non aggiungono alla sua produzione perché e denotano di una certa stanchezza.
Verga nelle sue opere applica la formula verista, utilizzando il concetto dell'impersonalità del narratore. Il linguaggio riflette molto sulla povera gente come i pescatori e i contadini siciliani.
Si avvale anche di espressioni popolari, modi di dire e proverbi, che racchiudono l'antica saggezza della gente.
avatar
Poderak
♔ Amministratore

Messaggi Messaggi : 4213
Crediti Crediti : 11765
Reputazione Reputazione : 186
Data d'iscrizione Data d'iscrizione : 08.03.11
Età Età : 19
Località Località : Brescia

Vedi il profilo dell'utente http://www.wikiinfo.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum