Recensisci!
Diventa un recensore per ricevere prodotti gratuiti o scontati!
Iscriviti
Se desideri, puoi effettuare un'iscrizione gratuita al forum per entrare nella nostra community.
Ricerca Avanzata
Answers
Se necessiti di aiuto, clicca il pulsante "Cerco Aiuto" (disponibile anche per i non iscritti).
I postatori più attivi del mese
Bawoo
 

Chi sono i colpevoli di Ask.fm? Tutto ciò che bisogna sapere

Andare in basso

Chi sono i colpevoli di Ask.fm? Tutto ciò che bisogna sapere

Messaggio Da Admin il Gio Feb 13, 2014 4:09 pm


Come molti di noi ragazzi già sanno, Ask.fm è un Social Network gratuito che permette di ricevere domande, specialmente da persone anonime e non solo. Esso è stato fondato da Klaves Sinka in Lettonia nel 2010 e secondo una statistica, risulta che  nonostante la sua internazionalità e semplicemente, tra i paesi che l'utilizzano, l'italia è prima classificata.

La sua diffusione e popolarità è stata possibile grazie alla condivisione automatica delle domande su Facebook. Grazie a questo sistema, Ask.fm è arrivato nel 2013 ad avere oltre 60 milioni di registrati, di cui la maggior parte in assoluto frequentato da ragazzi e ragazze. Purtroppo, a seguito dell'anonimato, per via di questo conosciuto Social Network, ci sono state ben 2 vittime soggette al cyberbullismo (una ragazza di 14 anni italiana, questa domenica si è suicidata gettandosi dal tetto di un hotel abbandonato a Cittadella e una ragazza sempre della stessa età e per lo stesso motivo nell'estate scorsa, in Inghilterra).

In questo articolo voglio trattare del cyberbullismo subito dalla ragazza di 14 anni italiana che a seguito di insulti e offese pesanti, non è riuscita a sopportare un tale peso per continuare la sua vita. La polizia di Padova, come è possibile leggere dai giornali, sta svolgendo una indagine nei confronti di Ask.fm, accusandolo di aver istigato Nadia, la vittima in questione, al suicidio.


Detto questo, andiamo a leggere le condizioni che si accettano al momento dell'iscrizione.
Adesso andiamo a leggere un verso delle condizioni:
Ask.fm regolamento ha scritto:L'utente comprende che l'utilizzo del servizio Ask.fm potrebbe comportare la visualizzazione di contenuti che possono essere ritenuti sgradevoli, osceni o di cattivo gusto, contenenti o meno linguaggio esplicito. Il servizio Ask.fm consente contenuti anonimi non controllati da Ask.fm. L'utente accetta di utilizzare il servizio Ask.fm a proprio rischio e solleva Ask.fm da ogni responsabilità in relazione ai contenuti che l'utente potrebbe ritenere sgradevoli, osceni o di cattivo gusto.

Non tutti sanno, specialmente chi non ha un account Ask.fm, che ogni risposta deve essere "approvata" da chi deve rispondere alla domanda posta da un utente di Ask o da un anonimo. Nel caso in cui si ritiene che la domanda sia troppo offensiva o non ci si sente di rispondere, è possibile eliminarla senza che neppure esca in pubblico. Spesso però, forse dovuto dalla giovane età, non si capisce che rispondendo alle offese significa accendere un dibattito pieno zeppo di insulti e inviti vari da parte degli anonimi e non solo. Questo non giustifica comunque il comportamento di quest'ultimi, che si approfittano dell'occasione, pensando di non essere riconosciuti e che possano dire quello che vogliono da dietro uno schermo di un PC, senza pensare alle conseguenze.

Da come si può dedurre, i colpevoli in realtà non sono le persone che gestiscono Ask.fm, ma bensì coloro che ci scrivono. Quello che moltissimi non sanno è che come dice il sito stesso, ogni messaggio pubblicato è allegato un IP, compresi i messaggi degli anonimi. Gli IP, se quello che è dichiarato sul sito è vero, sono subito reperibili e inviabili alla polizia postale (enti pubblica sicurezza), per poter intercettare chi sia dietro a scrivere insulti e tutti i messaggi pubblicati sui vari profili Ask.fm. In questo modo non si punisce la piattaforma, ma i rispettivi responsabili dell'incitamento al suicidio.

Quello che Ask.fm dovrebbe fare
Bisogna evidenziare una problematica che riguarda tutti i Social Network, compreso Ask.fm, ovvero le segnalazioni che vengono fatte ai messaggi ritenuti discorsi denigratori o di incitamento all'odio, spam o frode, contenuto che incita all'odio e/o alla violenza e contenuti sessualmente espliciti dagli utenti. A seguito delle segnalazioni, chi lavora dietro a Ask.fm, deve intervenire per verificare la situazione e rimuovere i contenuti elencati poco fa.  Facebook si è già attrezzato con un buon team dedicato a questo. Spesso molte segnalazioni vengono trascurate, dovute alla impossibilità di verificarle tutte ma nel caso in cui riescono ad intervenire a offese di massa su un profilo, dovrebbero in qualche modo evitare che ciò avvenga, per esempio obbligando l'utente a impostare "vietare domande anonime" (funzione disponibile per tutti gli account).

Quello che i genitori dovrebbero fare
Nadia e la ragazza inglese soggette vittime del cyberbullismo non sono le uniche. Molti ragazzi/e della stessa età, sono soggetti a questo, ancora oggi, da molto tempo a insulti e potrebbero fare la stessa fine nel caso nessuno riesce ad aiutarli ed intervenire in tempo. I primi che possono assistere questi/e ragazzi/e sono i genitori stessi, che dovrebbero controllare periodicamente le attività del figlio o della figlia (specialmente se si tratta di adolescenti) in rete, per tutelarlo e controllare le sue attività.

Quello che dovrebbero fare le istituzioni
Le istituzioni non devono punire Ask.fm o altri Social Network che sono in queste situazioni e che permettono tramite strumenti tecnici di intercettare chi svolge il cyberbulismo. Le colpe sono di quelle persone senza coscienza della comunità italiana che l'unica cosa che riescono a fare nella loro vita è offendere e anche, nel caso si tratta di ragazzi/e, dei genitori che sono irresponsabili nell'attività del figlio in rete. Tramite l'IP, come già detto, è possibile intercettare in qualche modo da dove una persona scrive, permettendo di punirla nel caso di violazioni di vario tipo nella rete internet. Chiudendo Ask.fm o limitando il suo accesso dall'Italia, si dovrebbero chiudere o rendere inaccessibili dall'Italia tutti i Social Network, tra cui Facebook, il colossale del web, anch'esso famoso per problemi simili discussi in questo articolo.  


Ultima modifica di Admin il Gio Feb 13, 2014 7:40 pm, modificato 3 volte
avatar
Admin
♔ Amministratore

Messaggi Messaggi : 4343
Crediti Crediti : 12114
Reputazione Reputazione : 187
Data d'iscrizione Data d'iscrizione : 08.03.11
Età Età : 20
Località Località : Brescia

Visualizza il profilo http://wikiinfo.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi sono i colpevoli di Ask.fm? Tutto ciò che bisogna sapere

Messaggio Da LozioLudo il Gio Feb 13, 2014 6:31 pm

buon mi sono iscritto solo per commentare Very Happy comunque già iscriversi ad ask è una cagata poichè è un sito dimmerda, inoltre è ovvio che se ti iscrivi e gli altri sono anonimi qualcuno ti insulterà, devi tenerlo a mente già prima.. ma poi suicidarsi per questo? pff
avatar
LozioLudo
Sono un nuovo membro
Sono un nuovo membro

Messaggi Messaggi : 2
Crediti Crediti : 5
Reputazione Reputazione : 1
Data d'iscrizione Data d'iscrizione : 13.02.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chi sono i colpevoli di Ask.fm? Tutto ciò che bisogna sapere

Messaggio Da Bix il Gio Feb 13, 2014 7:50 pm

Il cyberbullismo ormai è in tutti i social network: chi più e chi meno. Suicidarsi per degli insulti su internet mi sembra un po' strano.


avatar
Bix
♔ Amministratore

Messaggi Messaggi : 510
Crediti Crediti : 2223
Reputazione Reputazione : 24
Data d'iscrizione Data d'iscrizione : 08.03.11
Età Età : 29
Località Località : Milano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum